• Condividi :

Dawn Tripp

Dawn Tripp è autrice di tre romanzi precedenti: Moon Tide, The Season of Open Water e Game of Secrets. I suoi saggi sono apparsi in Review Virginia Quarterly, The Believer, The Rumpus, Psychology Today e NPR. Si è laureata a Harvard e vive in Massachusetts con la sua famiglia.

I LIBRI

Georgia

Dawn Tripp
Nel 1915 la ventisettenne Georgia O’Keeffe, insegnante di disegno nella scuola di una piccola cittadina texana, arrotola gli innovativi disegni a carboncino che ha tracciato dopo aver deciso di voltare le spalle a tutto ciò che ha imparato su come l’arte dev’essere, e li invia a New York, a un’amica che si occupa di portarli alla galleria di Stieglitz. Considerato il padre della fotografia moderna, Alfred Stieglitz è un’icona dell’arte americana. Con le rivoluzionarie mostre al 291 ha portato a New York le opere di Picasso e di Matisse, ed è noto per le carriere degli artisti che ha contribuito ad affermare.
Affascinato dai lavori di quella sconosciuta e talentuosa pittrice, di cui decide di esporre le opere, Stieglitz inizia con Georgia una fitta e serrata corrispondenza, che li porta a incontrarsi a New York all’inizio del 1917.
Un incontro fatale, da cui scaturisce un legame intenso e tormentato. Georgia diventa la musa e l’amante di Stieglitz, si trasferisce nel suo studio e lascia che lui faccia di lei la sua modella prediletta, ritraendola in scatti intimi e conturbanti. Solo a Stieglitz Georgia rivela le proprie idee sull’arte, convinta che se mai esista qualcuno in grado di comprendere il linguaggio unico dei suoi quadri pieni di luce e colore, quella persona sia lui. Un idillio di anime affini che inizia a vacillare nel momento in cui le fotografie di nudo esposte da Stieglitz donano a Georgia una fama senza merito, che nulla ha a che fare con la sua arte, sminuendola e distruggendo il valore di tutto ciò per cui ha lavorato. Nel tentativo di affrancarsi da un’immagine che non le corrisponde, Georgia si batterà, negli anni, per affermare la propria identità e la propria indipendenza ma, soprattutto, per dimostrare di essere un’artista con un linguaggio espressivo valido e pieno di significato.
Ambientato nella scintillante New York degli anni Venti, Georgia racconta, con una prosa elegante e fluida, la storia della pittrice iconica Georgia O’Keeffe, indagando nel profondo l’animo di una donna, il suo rapporto con l’arte, i sacrifici compiuti per amore e il disperato bisogno di liberarsi dall’ombra di un marito ingombrante, per brillare di luce propria.
Newsletter

Resta aggiornato sulle novità e non perderti neanche un'anticipazione

Compila di seguito il campo inserendo la tua mail personale per ricevere la nostra newsletter

Lette e comprese le informazioni sulla privacy autorizzo al trattamento dei dati forniti