• Condividi :

Ida Hattemer-Higgins

Ida Hattemer-Higgins è nata a Cincinnati e cresciuta a Boston. Dopo aber studiato Letteratura tedesca e cinese, ha lasciato gli Stati Uniti nel 2001. Ha vissuto in Giappone, in India, in Svezia, e negli ultimi sette anni a Berlino, dove ha lavorato come guida turistica e traduttrice. Ora vive tra Berlino e Mosca. La storia della storia è il suo primo romanzo.
www.idahattmerhiggins.com

I LIBRI

La storia della storia

Ida Hattemer-Higgins

Margaret Taub accompagna i turisti americani in giro per la Berlino odierna, nel macabro tour prediletto da ogni agenzia turistica che si rispetti: una sosta all'ex ministero dell'Educazione del Popolo e della Propaganda nazista, un'altra al ministero dell'Aeronautica di Hermann Göring, una rapida passeggiata presso le sedi delle SS e della Gestapo, e così via.
Studentessa americana alla Freie Universität, e guida turistica a tempo perso, Margaret dispensa con professionalità le sue informazioni: quest'edificio non è di Speer, l'architetto preferito di Hitler, ma di Reichle; quest'opera è un perfetto esempio di Monumentalismo ecc. Un giorno, però, al cospetto dell'ex ministero dell'Educazione del Popolo e della Propaganda nazista, le accade qualcosa di inaspettato e spaventoso.
A una delle finestre del secondo piano del ministero, Margaret vede una donna, i capelli lisci biondi, gli occhi neri piccoli e imperturbabili, il corpo fatto di piume sporche. La donna-falco, dalle fattezze incredibilmente simili a quelle di Magda Goebbels, la moglie del ministro per la Propaganda hitleriana che avvelenò i figli poco prima della disfatta del regime, si sporge alla finestra e le fa un sorriso familiare.
Sembrerebbe un'allucinazione momentanea, frutto di un lavoro alquanto stressante, se i sogni di Margaret non fossero da quel momento in poi popolati dal tragico volto di un'altra donna legata al passato nazista della città: Regina Strauss, una madre ebrea che si uccise con le sue figlie per non subire la deportazione. E se una serie di inspiegabili episodi della vita della giovane americana non apparissero ora sotto una luce nuova: il brusco risveglio di un mattino d'autunno lontano nel bosco di Grunewald senza ricordare nulla dell'accaduto; l'inaspettata e misteriosa lettera di una dottoressa anziana e cieca che si propone di aiutarla come "chirurgo della memoria" e si ostina a sostenere di conoscerla e a chiamarla con un nome diverso dal suo...
Romanzo stupefacente e straniante, La storia della storia offre uno sguardo nuovo sull'Olocausto, dipingendo una Berlino «costruita sulle rovine della Storia, un mondo alternativo in cui Kafka, Dostoevskij, Borges e Sebold si sentirebbero a casa» (Stefan Merrill Block).

Newsletter

Resta aggiornato sulle novità e non perderti neanche un'anticipazione

Compila di seguito il campo inserendo la tua mail personale per ricevere la nostra newsletter

Lette e comprese le informazioni sulla privacy autorizzo al trattamento dei dati forniti