• Condividi :

Maureen Lindley

Maureen Lindley è nata nella contea di Berkshire in Inghilterra ed è cresciuta in Scozia. Fotografa ed esperta di antiquariato, vive col marito e la figlia nella valle del fiume Wye, al confine con il Galles. Il diario segreto di Gioiello d'Oriente è il suo primo romanzo.

I LIBRI

Il diario segreto di Gioiello d'Oriente

Maureen Lindley

È il 1914 in Cina. Gioiello d’Oriente è una principessa manciù, quattordicesima figlia del principe Su, discendente diretta di Nurhachi, il fondatore della dinastia, e lontana cugina del giovane imperatore Pu Yi. Ha solo otto anni, ma ha già un carattere irrequieto e ribelle che indispettisce Su e sua madre Yuzu, la quarta concubina e la seconda donna più bella nella famiglia del principe.
Scoperta un giorno mentre, da dietro un paravento intagliato, spia il padre in intimità con una quattordicenne dai lunghi capelli, splendenti «come foglie d’alloro», l’insolente bambina viene spedita in Giappone dal fratello di sangue del principe: Kawashima Naniwa, discendente di un’antica famiglia e capo di un impero mercantile.
Di qui ha inizio la sua strabiliante vita: la vita di una donna affascinante e indipendente nelle corti e nelle città d’Oriente, tra due guerre mondiali e i radicali mutamenti che hanno segnato la storia del Novecento.
Gioiello d’Oriente diventerà, infatti, Kawashima Yoshiko, la bellissima figlia adottiva di Kawashima Naniwa. All’età di quindici anni sarà sedotta dall’anziano padre di Kawashima, Teshima, per essere introdotta alla femminilità e preparata ai doveri di moglie. Diventerà poi una delle amanti del patrigno, che la tratterà con estrema brutalità, ma Yoshiko non disdegnerà affatto il suo modo crudele e freddo di fare sesso; finirà tra le braccia di uomini di prestigio e di potere e rimarrà incinta; sarà promessa in sposa al principe della Mongolia, Kanjurjab; si unirà in matrimonio col principe ma scapperà dal suo rozzo e deprimente paese dopo aver sedotto Jon, suo cognato; raggiungerà Shanghai, la capitale del lusso e del divertimento in quegli anni in Cina, e a Shanghai conoscerà l’ambigua e altezzosa Mari, che la introdurrà negli ambienti più altolocati della città; si imbatterà nel capitano dell’esercito giapponese Tanaka, un uomo dal «profumo intenso come quello di una mela cotogna matura», e ne sarà l’amante; e, infine, diventerà una spia del Giappone… lei, una principessa cinese!
Basato sulla storia vera di Kawashima Yoshiko, principessa orientale realmente esistita cui si è ispirato, tra l’altro, anche Bernardo Bertolucci nell’Ultimo Imperatore, Il diario segreto di Gioiello d’Oriente è uno di quei rari libri che ci restituiscono il fascino dell’Oriente e, insieme, la storia di una donna che non esita a sfidare pregiudizi e tabù in nome delle sue passioni.

Newsletter

Resta aggiornato sulle novità e non perderti neanche un'anticipazione

Compila di seguito il campo inserendo la tua mail personale per ricevere la nostra newsletter

Lette e comprese le informazioni sulla privacy autorizzo al trattamento dei dati forniti