Neri Pozza [0]

Elenco delle collane Neri Pozza

cerca un libro

newsletter

Iscrivetevi alla nostra newsletter, sarete sempre aggiornati su tutte le nostre iniziative e pubblicazioni.




 Autorizzo al trattamento dei miei dati ai sensi della legge sulla privacy (D.Lgs. 196/2003)

Scheda libro

collana: I Narratori delle Tavole

ritorna

Un giorno di festa

Autore: Graham Swift
Titolo: Un giorno di festa

collana: I Narratori delle Tavole

ISBN 978-88545-1233-7
Pagine 160
Euro 16,00

È il Mothering Sunday, la Festa della Mamma, del 1924 in Inghilterra. La guerra è alle spalle e un’altra è all’orizzonte. Ma è una bella domenica di fine marzo, perfetta per rimuovere i lutti e celebrare in allegria la speciale ricorrenza del giorno. Il rituale della festa prevede visite di cortesia, picnic all’aperto e inviti a pranzo in compagnia di amici e familiari. Un rituale già quasi in disuso, ma che i Niven e gli Sheringham, due delle famiglie più in vista del Berkshire, si tengono ben stretto, come se appartenessero ormai a un’unica famiglia dopo aver perso dei figli in guerra.
Su invito degli Hobday, un altro illustre casato delle verdi contee che circondano Londra, si vedranno a pranzo per brindare e parlare dell’evento ormai imminente: le nozze tra Paul, il giovane rampollo degli Sheringham scampato alla guerra, ed Emma Hobday.
Per la servitù dei Niven, com’è consuetudine, il Mothering Sunday è una «giornata libera» da trascorrere con i propri cari. Per tutti, eccetto che per Jane Fairchild. Giovane orfana che presta ormai da qualche tempo servizio presso i Niven, Jane si appresta a trascorrere la domenica di festa su una panchina in giardino, tra il ronzio dei fuchi e il profumo della magnolia già carica di boccioli, quando squilla il telefono. Si affretta all’apparecchio e il suo cuore si libra in cielo allorché riconosce la voce all’altro capo del telefono: Paul Sheringham, il giovane rampollo di cui da sette anni, con gioia e senza alcun pudore, è l’amante, la invita per la prima volta a casa sua.
La telefonata di Paul, e le ore poi trascorse con lui, faranno di quel Mothering Sundaydel 1924 una data incancellabile nel ricordo di Jane negli anni a venire, un giorno di festa cominciato nella luce più pura e terminato nel buio di un’oscura notte della vita e dell’anima.

ordinabile a IBS

«Una delicata storia d'amore e di vocazione letteraria che si apre davanti al lettore come una danza lenta, sgranando i suoi frutti dolceamari del melograno».
Cristina De Stefano, Elle

«Swift ha scritto un romanzo che non è solo la sua opera più commovente e intricata, ma è anche la più avvincente».
Leo Robson, Financial Times

«Un giorno di festa si può leggere come un romanzo sulla gioventù perduta dei ragazzi morti nelle trincee, ma anche come una storia sul perdurare della giovinezza nel profondo di ognuno di noi».
Livia Manera, Corriere della Sera

«Un bellissimo racconto. Scritto col polso fermo e con la consumata maestria di uno dei migliori e meno noti (da noi) narratori britannici del nostro tempo».
Mario Fortunato, l’Espresso

«Storia d’amore e riflessione sul potere della scrittura».
Marzia Fontana, il Venerdì di Repubblica

«Graham Swift svela manipolando il flusso narrativo con la maestria del grande autore».
Tiziano Gianotti, D la Repubblica

«Graham Swift rielabora ingredienti ben collaudati con delicatezza, partecipazione e una punta di ironia».
Masolino d’Amico, TTL – La Stampa

l'autore

Graham Swift

Graham Swift

Graham Swift  è nato a Londra nel 1949, e ha studiato a Cambridge. Nel 1996 ha vinto il James Tait Black Memorial Prize e il Booker Prize con  Ultimo giro. Nel 1987 ha vinto il Premio Grinzane Cavour con  Il paese dell’acqua  (BEAT 2016), considerato uno dei migliori romanzi britannici del...