• Condividi :

Ghachar Ghochar

Vivek Shanbhag

Un punto di forza delle famiglie è fingere di desiderare l’inevitabile. E così è per la famiglia di Bangalore di cui si narra in queste pagine: una coppia, dei genitori, uno zio e una sorella maggiore tornata dopo aver lasciato il marito. Per ognuno di loro è inevitabile vivere insieme, ma ognuno di loro finge di desiderarlo.
Modesta da generazioni, negli ultimi anni la famiglia è stata toccata da  un’improvvisa e inaspettata fortuna. Zio Venkatachala, un uomo col pallino del  lavoro, ha avviato un giorno un’impresa, la Sona Masala, che in breve tempo è diventata fonte di guadagno per tutti con la sua semplice attività: ordinare grossi quantitativi di spezie dal Kerala, confezionarle in bustine di plastica e poi rivenderle ai negozi di alimentari della città.
Un’idea brillante in virtù della quale, nella casa a due piani in cui si è spostata la famiglia dopo anni trascorsi in un’angusta baracca di un sovraffollato quartiere, lo zio gode della più alta considerazione. I suoi pasti, i suoi gusti, i suoi comodi sono di suprema importanza per tutti e beneficia di ogni privilegio destinato a un capofamiglia. Al mattino, appena è sveglio, qualcuno gli prepara il tè. Non ha ancora finito di lavarsi, e la padella per la colazione è già sui fornelli. Può lasciare i vestiti in bagno, in un angolo della camera o in qualunque altro punto della casa, e li ritroverà lavati e stirati in camera sua.
Un compito dettato dalla necessità di preservare una preziosa fonte del benessere, un compito che tuttavia non può evitare che una sottile vena di crudeltà e risentimento si insinui nella casa a due piani.
Acclamato come il miglior romanzo indiano del decennio, Ghachar Ghochar è il cechoviano ritratto di una famiglia nell’India che ambisce al benessere. Con una impeccabile e graffiante scrittura, Vivek Shanbhag mostra il lato oscuro di questa ambizione, in cui si dileguano irrimediabilmente antichi valori e tradizioni.

ISBN: 978-88-545-1569-7

Categoria:

Genere:

Collana: Le Tavole d'Oro

Pagine: 112

Tradotto da: Margherita Emo

Prezzo:13,00

ISBN: 978-88-545-1569-7

Categoria:

Genere:

Collana: Le Tavole d'Oro

Pagine: 112

Tradotto da: Margherita Emo

Prezzo:13,00

RECENSIONI

«Un grande romanzo indiano, l’intenso ritratto psicologico di una famiglia che rappresenta un intero universo».
The New York Times Book Review

«Un classico moderno».
The New York Times Book Review

«Vivek Shanbhag è un Cechov indiano».
Suketu Metha, autore di Maximum City

EVENTI E NEWS

VIDEO

Newsletter

Resta aggiornato sulle novità e non perderti neanche un'anticipazione

Compila di seguito il campo inserendo la tua mail personale per ricevere la nostra newsletter

Lette e comprese le informazioni sulla privacy autorizzo al trattamento dei dati forniti