• Home
  • I cigni della Quinta Strada
  • Condividi :

I cigni della Quinta Strada

New York, 1975. Truman Capote si è incamminato da tempo lungo la china dell’autodistruzione. Quasi costantemente in preda all’alcol e alle droghe, è soltanto una smorta controfigura del trentenne dagli occhi pieni di passione e inquietudine che sedusse il bel mondo newyorchese vent’anni prima. Su quel mondo, che lo ha tacitamente messo da parte, posa ora la sua astiosa penna, narrando in un articolo uscito su Esquire, dal titolo La Côte Basque 1965, del santuario che ne è al centro e che ha le sue vestali nei Cigni della Quinta Strada: Babe Paley, Slim Keith, Gloria Vanderbilt, Pamela Harriman, le regine dei cocktail, delle feste di beneficenza, dei party più esclusivi, dei dinner e dei lunch alla Côte Basque, il ristorante dove, appunto, pranzi e cene sono diventati un appuntamento imprescindibile della mondanità newyorchese. Romanzo che è stato accolto da uno strepitoso successo al suo apparire negli Stati Uniti, I cigni della Quinta Strada è un meraviglioso inno alla «bellezza e alla crudeltà di un mondo scomparso» (People).

ISBN: 978-88-6559-521-3

Categoria:

Genere:

Collana:

Pagine: 272

Tradotto da:

Prezzo:9,90

ISBN: 978-88-6559-521-3

Categoria:

Genere:

Collana:

Pagine: 272

Tradotto da:

Prezzo:9,90

RECENSIONI

Cinque donne, un grande scrittore, equivoci, debolezze e splendore nel jet-set newyorchese anni ’70.
 
«Un libro che narra, con rara sapienza, l’amicizia tra Truman Capote e Babe Paley».
Giuseppe Scaraffia, Io Donna

EVENTI E NEWS

VIDEO

Newsletter

Resta aggiornato sulle novità e non perderti neanche un'anticipazione

Compila di seguito il campo inserendo la tua mail personale per ricevere la nostra newsletter

Lette e comprese le informazioni sulla privacy autorizzo al trattamento dei dati forniti