• Condividi :

I marmocchi di Agnes

Brendan O'Carroll
Sono passati tre anni dalla morte di Rosso, e Agnes Browne continua a fare da madre, padre e arbitro a sette figli scatenati, i suoi adorabili marmocchi. Il primogenito Mark la aiuta a far quadrare il bilancio, e il francese Pierre le ricorda di essere una donna, fatto che non manca di lusingare la nostra eroina.
Sembrerebbe tornato il sereno, in Larkin Court. Ma la vita non risparmia mai i colpi bassi, se ti chiami Agnes Browne: Frankie, la pecora nera della famiglia, la deruba di tutti i suoi averi e fugge in Inghilterra, dove rimarrà intrappolato nella rete della droga. Agnes dovrà lasciare l’amato Jarro, a seguito del piano di recupero del centro storico di Dublino e andrà a vivere nella periferica Finglas, una «terra selvaggia».
Nel frattempo, i figli crescono: Cathy, da bambina vivace e assetata di avventure, diventa donna e si fidanza con un poliziotto di Cork (anche se Agnes nutre più di una riserva sul mestiere del futuro genero); Mark, che ha fatto da padre ai fratelli, si sposa, dopo aver evitato il fallimento della Wise & Co.; il balbuziente e poco dotato Simon ottiene un posto da inserviente in ospedale grazie a un provvidenziale quanto esilarante colloquio di lavoro; Rory, il figlio gay, subisce le angherie di un gruppo di skinhead, ma riesce a trovare la propria strada dedicandosi con successo al lavoro di parrucchiere e conquistando l’amore di un collega; infine Trevor, il più piccolo e il più tardo di tutti, si rivela un bambino prodigio, un artista in erba, un «tesoro nazionale». E la resistenza di Agnes alla corte di Pierre si fa più debole… Agnes saprà affrontare tutto questo – drammi, tragedie, commedie – con lo spirito e l’ironia che contraddistinguono le donne dell’Isola di Smeraldo, sempre pronto a regalare una battuta o una replica sferzante. E il suo inventore, Brendan O’Carroll, ci intrattiene con questa nuova avvincente puntata della trilogia, senza mai far mancare al lettore un sorriso o una risata liberatoria, nel più puro stile dei grandi narratori irlandesi.

ISBN: 978-88-545-0286-4

Categoria:

Genere:

Collana: I Narratori delle Tavole

Pagine: 192

Tradotto da: Gaja Cenciarelli

Prezzo:15

ISBN: 978-88-545-0286-4

Categoria:

Genere:

Collana: I Narratori delle Tavole

Pagine: 192

Tradotto da: Gaja Cenciarelli

Prezzo:15

RECENSIONI

I marmocchi di Agnes Browne sono cresciuti: Frankie è una pecora nera, Cathy ama un poliziotto, Simon è balbuziente, Rory è gay, Trevor è un genio. Riuscirà Agnes Browne a far fronte a tutto questo?

 

«Agnes Browne, una mamma che vi farà davvero ridere».
Brunella Schisa, Il Venerdì di Repubblica

 

«A quasi cent’anni dal celebre Leopold Bloom di James Joyce, ecco una nuova eroina, Agnes Browne, felice invenzione di Brendan O’Carroll».
Laura Lilli, la Repubblica

 

«Agnes Browne mamma... è un’opera sorprendente nella sua felicità».
Gioia

EVENTI E NEWS

VIDEO

Newsletter

Resta aggiornato sulle novità e non perderti neanche un'anticipazione

Compila di seguito il campo inserendo la tua mail personale per ricevere la nostra newsletter

Lette e comprese le informazioni sulla privacy autorizzo al trattamento dei dati forniti