• Home
  • Il ragazzo di Bruges
  • Condividi :

Il ragazzo di Bruges

Firenze, giugno 1441: nei pressi della locanda dell'Orso, un ragazzo che conversa con Lorenzo Ghiberti, celebre scultore e pittore, si accascia al suolo con una daga piantata tra le scapole. Poco lontano, un uomo fugge in direzione dell'Arno.
Anversa e Tournai, durante lo stesso anno: due giovani apprendisti di Van Eyck, il grande artista delle Fiandre cui si deve l'invenzione della pittura a olio, vengono trovati cadaveri con la gola tagliata e della Terra di Verona in bocca.
Bruges, ancora nel 1441: Jan, il giovane figlio adottivo di Van Eyck, di ritorno a casa verso sera, si imbatte nel corpo di un uomo con gli occhi strappati, la gola squarciata e una polvere verdastra che gli cola dalle labbra...
«Si sta avvicinando. Anversa e Tournai, oggi Bruges»: è l'amaro commento di Van Eyck.
A che cosa alludono realmente queste parole? Perché l'assassino dovrebbe avvicinarsi alla città del riverito pittore?
Tra le brume delle Fiandre e il cielo luminoso della Toscana, si snoda un thriller carico di suspense e di avventura, oltre che un impeccabile romanzo storico che ci riporta all'epoca d'oro della pittura.

ISBN: 978-88-655-9032-4

Categoria:

Genere:

Collana:

Pagine: 240

Tradotto da:

Prezzo:9,00

ISBN: 978-88-655-9032-4

Categoria:

Genere:

Collana:

Pagine: 240

Tradotto da:

Prezzo:9,00

RECENSIONI

«Un romanzo articolato tra delitti, misteri e sostanze prodigiose che consente, accanto alla piacevole lettura, un ripasso della storia dell'arte».
Diario

«Omicidi e epidemie, un giallo fanta-artistico per il figlio segreto di Van Eyck».
La Stampa

EVENTI E NEWS

VIDEO

Newsletter

Resta aggiornato sulle novità e non perderti neanche un'anticipazione

Compila di seguito il campo inserendo la tua mail personale per ricevere la nostra newsletter

Lette e comprese le informazioni sulla privacy autorizzo al trattamento dei dati forniti