Neri Pozza Editore | Ivy Pochoda
 
  • Condividi :

Ivy Pochoda

Ivy Pochoda (1977), dopo aver studiato letteratura a Harvard, ha esordito con il romanzo The Art of Disappearing, pubblicato nel 2009, che ha riscosso un notevole successo di critica e pubblico. Ha inoltre pubblicato racconti sul H.O.W. Journal e su Canteen e collaborato con l’Huffington Post. Scrive saggi e articoli per le riviste Fantastic Man, Time Out New York, House & Garden, Maxim, Minx e BABY. Prima di dedicarsi alla scrittura era una giocatrice di squash professionista.

I LIBRI

Visitation street

Ivy Pochoda

June e Val sono due ragazze di Red Hook, l’ex zona portuale di Brooklyn diventata meta prediletta di artisti, scrittori e creativi della Grande Mela.
Con la sua chioma bruna ondulata e le curve che esplodono anche là dove non dovrebbero – tra i bottoni della divisa scolastica, fuori dagli short troppo corti –, June attrae gli sguardi di tutti nel quartiere. Val, invece, sembra fatta di canne e pagliuzze, come gli alberelli piantati nel parco che non riescono mai a far spuntare le foglie.
Una sera di fine estate, per ammazzare la noia di una giornata trascorsa ad accudire un gregge di bambini all’asilo nido della Visitation of the Blessed Virgin Mary, con un materassino rosa shocking sotto il braccio, le due ragazze si avventurano nella parte abbandonata e in rovina di Red Hook, con l’intenzione di farsi un giro nella baia, giusto per prendere il fresco e capire com’è il mondo visto dal mare.
Ore dopo, su una spiaggetta a destra del molo, piena di immondizia, sabbia, sassi e schiuma, Jonathan Sprouse, uno di quei giovanotti di New York che tutti conoscono, amico dell’élite dell’Upper West Side, dei ragazzi del Greenwich Village, e perfino dei teppisti di Harlem, trova Val sdraiata a faccia in su, tra i sassi acuminati, con piccoli tagli sulle mani e sui piedi, le dita e le labbra raggrinzite, il respiro appena percepibile. Di June, invece, nessuna traccia. La ragazza sembra svanita nel nulla, inghiottita dalle acque sporche della baia.
L’intero quartiere di Red Hook è sconvolto dal ritrovamento di Val e dalla scomparsa di June.
Nell’emporio di Fadi il libanese, in Visitation Street, non si parla d’altro. La polizia indaga e sotto il torchio degli agenti finiscono i ragazzi in vista del quartiere.
Jonathan Sprouse, innanzi tutto, che il venerdí sera strimpella canzoni in un piano bar gay a Manhattan, accompagnato da un travestito che si becca tutte le mance. Cree James, poi, il bel ragazzo delle case popolari dagli occhi grandi e la testa rapata a zero, che passa gran parte del suo tempo seduto sulla prua di una barca al molo, con le gambe che ciondolano sulla terra sozza. E Monique, sua cugina, una bella ragazza afroamericana coi top rosa e le scarpe fluorescenti. E, infine, Renton Davis, Ren il vagabondo, che si presenta come «RunDown», «Rovina&Distruzione», esattamente come il quartiere che lo «ha distrutto e rovinato».
Romanzo premiato dalla critica e dal pubblico negli Stati Uniti, Visitation Street ha rivelato sulla scena letteraria internazionale il talento di Ivy Pochoda, un’autrice capace di dar voce alle mille luci e ombre della nuova New York.

Newsletter

Resta aggiornato sulle novità e non perderti neanche un'anticipazione

Compila di seguito il campo inserendo la tua mail personale per ricevere la nostra newsletter