Neri Pozza Editore | Nasce Neri Pozza Podcast
 
  • Condividi :

Nasce Neri Pozza Podcast

18/11/2021

Neri Pozza Editore inaugura la sua collana di podcast con storie a puntate a partire dal mese di marzo: si inizierà con Caro Pier Paolo. Dacia Maraini racconta Pier Paolo Pasolini e con Maledetta Sarajevo. Viaggio nella guerra dei trent’anni.

I due podcast nascono e si sviluppano a partire dai testi Caro Pier Paolo di Dacia Maraini, che sarà in libreria in libreria dal 3 marzo, e Maledetta Sarajevo di Francesco Battistini e Marzio G. Mian, pubblicato a gennaio.

Caro Pier Paolo è la storia in tre puntate della profonda amicizia tra Dacia Maraini e Pier Paolo Pasolini, due scrittori che hanno segnato il nostro tempo.

Maledetta Sarajevo è un viaggio sonoro in quattro puntate di Francesco Battistini e Marzio Mian scritto a trent’anni dalla guerra di Bosnia.

Secondo Giuseppe Russo, direttore editoriale di Neri Pozza, «Neri Pozza Podcast è una scelta naturale per una casa editrice che fa della comunicazione della propria identità un aspetto fondamentale del proprio lavoro. La nostra ambizione, infatti, è pubblicare non semplicemente libri, ma opere che lascino il segno nella battaglia delle idee e, in generale, nella cultura del nostro tempo. Da questo punto di vista, le due prime storie sono esemplari dell’indirizzo che Neri Pozza Podcast intende prendere. La pubblicazione di Caro Pier Paolo di Dacia Maraini diventa, nel podcast, l’occasione per ripercorrere il legame con la grande stagione letteraria del secondo Novecento, di cui Pier Paolo Pasolini è stato uno dei maggiori esponenti. Così come, nelle puntate del secondo podcast, Maledetta Sarajevo di Mian e Battistini offre lo spunto per mostrare una circostanza inaudita, divenuta ora di estrema attualità: che la guerra, brutale, feroce, nel cuore dell’Europa non è consegnata affatto all’armadio del Novecento.

Emanuele Trevi ha scritto una volta che non soltanto il fascino, ma l’essenza stessa della letteratura sta nel mistero della voce umana. Che i podcast, così come gli audiolibri siano oggi al centro dell’attenzione non stupisce affatto. Offrono la possibilità, irripetibile, di ascoltare e riascoltare, al di là del dilagante frastuono e della futilità delle immagini, voci che ci narrano storie, magnifiche o anche terribili, per comprendere il nostro tempo o per godere delle pagine migliori della nostra letteratura».

 

Il progetto Neri Pozza Podcast si avvale della collaborazione del musicista e sound designer Simone Campa che ha composto le musiche originali della sigla e di ciascun podcast. Simone Campa crea per Neri Pozza una alchimia acustica in cui musica e suoni diventano veri e propri strumenti narrativi al pari della voce: ora commento e didascalia, ora trasporto emotivo, ora suggestione immaginifica che con immediatezza ed efficacia accompagna l’ascoltatore in una sonosfera (ambientazione sonora, panorama sonoro, dimensione acustica) in cui il potenziale evocativo del racconto si esprime pienamente.

Simone Campa ha creato colonne sonore e musiche di scena per Silvio Orlando (La vita davanti a sé), John Turturro (Italian Folk Tales /Fiabe italiane), Alessio Boni (Lo Stesso Mare), Cesare Levi (Leonce und Lena).

La prima puntata del podcast Caro Pier Paolo, in cui Dacia Maraini leggerà tre lettere tratte dal testo, sarà disponibile dal 9 marzo e come tutti gli altri podcast sarà scaricabile gratuitamente da Spreaker, Spotify, Apple podcast e sulle principali piattaforme di streaming.

 

CARO PIER PAOLO, DI DACIA MARAINI

Neri Pozza Podcast presenta Caro Pier Paolo, il racconto della profonda amicizia tra due scrittori che hanno segnato il nostro tempo: Pier Paolo Pasolini e Dacia Maraini

Il 2 novembre 1975 il corpo esanime di Pier Paolo Pasolini viene trovato sulla spiaggia dell’Idroscalo di Ostia. A distanza di oltre 45 anni, Dacia Maraini, una delle amiche più vicine al poeta, scrittore e regista, scrive Caro Pier Paolo, una confessione delicata come una corrispondenza senza tempo, in cui tutto è presente e vivo. Un dialogo intimo e sincero capace di ravvivare un affetto profondo, nutrito di stima, esperienze artistiche e cinematografiche, idee e viaggi condivisi con Alberto Moravia e Maria Callas.

Con la voce intrisa di grazia e dolcezza di Dacia Maraini e l’alchimia acustica creata da Simone Campa, in cui musica e suoni diventano veri e propri strumenti narrativi al pari della voce, il podcast Caro Pier Paolo è la testimonianza più significativa per celebrare i cento anni della nascita di Pasolini.

 

MALEDETTA SARAJEVO

Neri Pozza Podcast presenta “Maledetta Sarajevo”, viaggio sonoro in quattro puntate di Francesco Battistini e Marzio G. Mian, autori del libro inchiesta a trent’anni dalla guerra di Bosnia.

Nell’Aprile 1992 a Sarajevo esplodono i colpi che segnano l’inizio della prima guerra in Europa dal 1945. Assedi e genocidi come non se ne vedevano dai tempi di Hitler e Stalin. E poi lager, stupri etnici, profughi. Di colpo il Vecchio continente si ritrova faccia a faccia con un odio tribale che pare uscito dal Medioevo. Accadeva solo 30 anni fa e già non ce lo ricordiamo più. Eppure la guerra di Bosnia rappresenta la madre di tante crisi che ci hanno toccato negli anni successivi: lo scontro con l’Islam, l’odio razziale, i nazionalismi, le grandi migrazioni.
In questo podcast le voci degli autori si alternano a quelle di chi ha vissuto il conflitto in Bosnia in prima persona: politici e militari, rifugiati e giornalisti, giudici internazionali e criminali di guerra. Attraverso le testimonianze dei protagonisti, accompagnate dal suggestivo commento sonoro di Simone Campa, emerge la storia di una tragedia i cui nefasti echi risuonano ancora, in un dopoguerra che sembra non avere mai fine.

Le registrazioni delle musiche presenti nel podcast "Maledetta Sarajevo" sono realizzate da Simone Campa e dai musicisti della sua Orchestra Terra Madre - ensemble multietnico che ha fondato con Carlo Petrini e che dirige dal 2014 - durante la tournee italiana de “La vita davanti a sè” di Silvio Orlando - tratto dal romanzo di Romain Gary edito da Neri Pozza. Tournée attualmente in corso, in cui ha organizzato sessioni di registrazione realizzate dal vivo ed in presa diretta sui palchi dei teatri d’Italia: Teatro Costantino Parravano di Caserta, Fusco di Taranto, Arena del Sole di Bologna, Apollo di Lecce. Le registrazioni sono realizzate da Gianrocco Bruno (Gutta Service di Matera). I musicisti coinvolti, oltre a Simone Campa (tamburi a cornice e darbuka), sono Gianni Denitto (sax alto e clarinetto), Maurizio Pala (fisarmonica) ed il musicista senegalese Kaw Sissoko (kora).

 

EVENTI & NEWS

Newsletter

Resta aggiornato sulle novità e non perderti neanche un'anticipazione

Compila di seguito il campo inserendo la tua mail personale per ricevere la nostra newsletter