Neri Pozza Editore | Dal ventre della balena
 
  • Condividi :

Dal ventre della balena

Michael Crummey

Compra on-line

Compra l'Ebook
La prima volta che Mary Tryphena incontra il «Grande Bianco» non può sapere che quell’uomo nudo, puzzolente e dalla pelle chiarissima, diventerà suo marito. Mary è solo una bambina e l’unica cosa che le interessa è l’enorme balena che si è appena spiaggiata sulle coste del suo villaggio. È aprile, il giorno della festa di San Marco, ma il ghiaccio non accenna a sciogliersi. Gli orti marciscono sotto la pioggia incessante e i pescherecci tornano vuoti. In una tale carestia, quell’animale morente non può che essere un dono di Dio.
Gli abitanti aspettano che la balena muoia per spartirla equamente, quando King-me Sellers si presenta in spiaggia dicendo che l’animale si è arenato sulla sua proprietà e perciò a lui spettano l’intero fegato e otto botti d’olio. Mentre per risolvere il contenzioso si attende l’arrivo della Vedova, matriarca temuta e rispettata, dotata di poteri soprannaturali, la balena muore e i pescatori si armano di coltelli, accette e seghe, scalano il dorso del leviatano e prendono a tagliarne le carni e a raccoglierne il grasso. Hanno appena iniziato quando sulla spiaggia risuonano le grida di un ragazzo: nel ventre della balena c’è un uomo nudo, dalla pelle chiarissima, che puzza di pesce marcio.
Inizia così un racconto epico e ipnotico che schiude davanti ai nostri occhi il mondo del Newfoundland, in Canada, a cavallo tra Ottocento e Novecento. Un mondo magico e spietato in cui due villaggi confinanti, Deep e Gut, con le loro due famiglie – da una parte i Sellers, protestanti di origine inglese, dall’altra i Devine, pescatori irlandesi cattolici – si combattono da decenni, per un motivo che ormai pochi ricordano ancora.
Neppure il singolare ritrovamento del «Grande Bianco», un uomo che pare non invecchiare e che, novello Messia, porterà benessere e abbondanza in una terra dimenticata da Dio, eviterà che i vecchi rancori tra la Vedova e i Sellers tornino a galla e trascinino tutti in un vortice inarrestabile.
Narrato da uno dei più grandi scrittori canadesi contemporanei e già paragonato a Cent’anni di solitudine di Márquez e a L’urlo e il furore di Faulkner, Dal ventre della balena è un romanzo popolato da fantasmi e creature magiche che racconta l’eroismo e il fallimento di una comunitàdi immigrati, e l’insondabile malvagità che si annida in ogni famiglia.

ISBN: 978-88-545-0620-6

Categoria:

Genere:

Collana: I Narratori delle Tavole

Pagine: 384

Tradotto da: Annamaria Biavasco e Valentina Guani

Prezzo:18,00

ISBN: 978-88-545-0620-6

Categoria:

Genere:

Collana: I Narratori delle Tavole

Pagine: 384

Tradotto da: Annamaria Biavasco e Valentina Guani

Prezzo:18,00

RECENSIONI

«Fantasmi, gangster, sirene e un guaritore simile a Cristo che emerge dal ventre di una balena spiaggiata sono solo alcune delle attrazioni di questo romanzo epico».
Kirkus

«È stato a ragione paragonato a Cent’anni di solitudine di Garcia Márquez. Ma richiama alla mente anche... i racconti epici del William Faulkner di L’urlo e il furore».
Library Journal

«Sulla scia del realismo magico di Márquez, un ambizioso romanzo sulle vicende di una comunità di immigrati, sui conflitti e sulle alleanze tra le famiglie, sull’eroismo e sul fallimento».
Booklist

EVENTI E NEWS

VIDEO

Newsletter

Resta aggiornato sulle novità e non perderti neanche un'anticipazione

Compila di seguito il campo inserendo la tua mail personale per ricevere la nostra newsletter