Jordan Harper

Tutti sanno

Un romanzo travolgente, capace di fare ciò che fanno i migliori crime: ritrarre le vite degli uomini nel bel mezzo di una terra sconfinata e i loro sforzi per confrontarsi con una realtà impossibile e priva di senso.

Dove acquistare Dove acquistare Dove acquistare
Informazioni
Traduzione di Giovanni Zucca
2024, pp. 368, € 20,00
ISBN: 9788854529663
Collana: I Neri
Generi: Narrativa straniera, Gialli
SINOSSI

Da un balcone di quell’hotel è precipitato Jim Morrison, John Belushi è morto di overdose in una delle sue stanze, in un’altra hanno vissuto per un anno Sharon Tate e Roman Polanski: no, il Chateau Marmont, dove Mae Pruett è stata spedita nottetempo a «trattare un problema», decisamente non è un posto qualunque. Non che il lavoro di Mae sia un lavoro qualunque. Nella Los Angeles dello showbiz che fabbrica montagne di denaro, delle magioni principesche che affacciano su misere tendopoli, Mae Pruett ha una specialità: tenere il nome dei suoi clienti – ricchi, potenti, talvolta depravati – fuori dal raggio dei media, ripulire macchie di reputazione, gestire imbrogli e imbarazzi. Con ogni mezzo necessario. E gli occhialoni scuri di Hannah Heard, divetta in declino, nascondono una situazione che è pane per i suoi denti. Ma quando, di lì a poco, il suo capo e mentore Dan Hennigan viene ucciso sul Sunset Boulevard, Mae all’improvviso si ritrova sola di fronte alla Bestia, una rete occulta di potere e corruzione che ha sul libro paga, oltre a lei, una legione di avvocati, pierre, servizi di sicurezza, investigatori – occhi, orecchie, braccia, pugni. La Bestia che stringe tra i suoi artigli la città degli angeli. Nel suo dibattersi, Mae percorrerà le strade della fluorescente megalopoli, soffocata dal fumo dei roghi, popolata dalle gang in guerra, da influencer impillolati e rifatti, predatori a caccia di carne giovane, poliziotti sporchi, anime perdute. E dovrà decidere da che parte stare. Jordan Harper, già vincitore dell’Edgar Award, ha scritto «il libro che tutti stavamo aspettando» (Michael Connelly), un travolgente hard-boiled in cui una protagonista memorabile si muove nella capitale dei segreti e del crimine, la città più crudele e paranoica d’America.

C’è una bambina di dodici anni seduta su un letto a Monett, Missouri. Ha occhi grandi e verdi. Odia quel posto. Vorrebbe solo essere altrove, non importa dove. A volte papà la porta a sparare. Le armi la spaventano e la eccitano. Io sono un proiettile, decide. E costruirò una pistola che mi sparerà lontano da qui.

«Se James Ellroy e James M. Cain avessero mai fatto un figlio insieme, si chiamerebbe Tutti sanno».
Dennis Lehan

«Tutti sanno è il miglior crime che ho letto negli ultimi anni».
James Patterson

«Un neo-noir strepitoso. Scuro, violento, eppure romantico».
Harlan Coben