Alissa Walser

La musica della notte

Vienna, 1777. In una fredda giornata d’inverno, Franz Anton Mesmer, il medico più noto della città, riceve la visita di una bambola pallida, imbellettata di cera, con una cascata di pieghe nell’abito celestiale, gli occhi...

Dove acquistare Dove acquistare Dove acquistare
Informazioni
2018, pp. 224, € 9,00
ISBN: 9788865595565
Collana: Beat Bestseller
Generi: Romanzo storico, Narrativa straniera
SINOSSI

Vienna, 1777. In una fredda giornata d’inverno, Franz Anton Mesmer, il medico più noto della città, riceve la visita di una bambola pallida, imbellettata di cera, con una cascata di pieghe nell’abito celestiale, gli occhi chiusi, la voce attutita come se fosse avvolta nella lana. È la paziente più importante che abbia mai varcato la soglia del suo studio: la figlia cieca del funzionario imperialregio Paradis, una ragazza che è nelle grazie dell’Imperatrice dal giorno in cui, nella chiesa di corte degli Agostiniani Scalzi, ha cantato e suonato al suo cospetto commuovendola oltre ogni misura.
Per Mesmer, è chiaro, quella visita rappresenta un’occasione unica.
Una volta accolto a corte, la sua figura di medico cesserebbe, infatti, d’incanto di essere così controversa, e il suo metodo, la trasmissione del fluidum attraverso l’uso di magneti e l’imposizione delle mani, sarebbe accettato da ministri e segretari, cameriere e valletti, padri e figli, e da tutte le fanciulle del Paese.
Romanzo intriso di magia letteraria e storia, La musica della notte indaga, con l’ammaliante melodia della sua prosa, la vicenda vera dell’incontro tra la più raffinata pianista della Vienna di fine Settecento e Franz Anton Mesmer, lo scopritore del magnetismo animale ammirato da Mozart.

Autore

Alissa Walser è nata nel 1961 a Francoforte dove scrive, traduce e dipinge. Ha già pubblicato due raccolte di racconti: Dies ist nicht meine ganze Geschichte (1996) e Die kleinere Hälfte der Welt (2000). Con il racconto Geschenk ha ricevuto il prestigioso Premio Ingeborg Bachmann. È la figlia del noto scrittore tedesco Martin Walser.