Giuseppe Tucci

Dei, demoni e oracoli

Tra i preziosi reperti dei numerosi viaggi di Tucci in Tibet,  ve ne sono molti trafugati durante la leggendaria spedizione del 1933 nello Shang Shung e a Tsaparang, la regione della cultura Bon e delle pratiche occulte dello Dzog Chen. Si tratta...

Dove acquistare Dove acquistare Dove acquistare
Informazioni
2018, pp. 189, € 10,00
ISBN: 9788865596876
Collana: Beat Edizioni
Generi: Narrativa italiana, Narrativa di viaggio
SINOSSI

Tra i preziosi reperti dei numerosi viaggi di Tucci in Tibet,  ve ne sono molti trafugati durante la leggendaria spedizione del 1933 nello Shang Shung e a Tsaparang, la regione della cultura Bon e delle pratiche occulte dello Dzog Chen. Si tratta di reperti insostituibili per la ricostruzione della storia mistica, religiosa, artistica, letteraria e archeologica del Paese delle Nevi. Nelle loro forme mortuarie e claustrofobiche, tuttavia, ci dicono poco o niente di quella bizzarra estate del 1933 in cui la carovana di Tucci si addentrò nelle terre degli Orchi, delle Divinità Pacifiche e Feroci nei lackang desolati e in rovina di Tspaparang e di Tholing. Per fortuna, Tucci ci ha lasciato questo straordinario diario, in cui la narrazione, caratterizzata da un entusiasmo e una sincerità introvabili in altri suoi scritti, ci restituisce tutto lo spirito di quell’avventurosa spedizione e illumina l’altro scopo dei suoi viaggi: quello che oltrepassa l’aspetto scientifico e la ricostruzione storica della civiltà di un paese, e trova la sua motivazione più profonda nella ricerca delle verità contenute nelle pratiche e nei saperi occulti.
 

Autore

Giuseppe Tucci (1894-1984) fondò nel 1933 l’Istituto italiano per il Medio ed Estremo Oriente (Is.M.E.O.). Tra il 1925 e il 1930 insegnò nelle università indiane di Calcutta e Shantiniketan, dove conobbe Tagore e Gandhi. Tra il 1929 e il 1950, organizzò lunghe spedizioni in Tibet, Nepal, Pakistan e Afghanistan che ottennero importanti risultati scientifici. Tra i suoi numerosi scritti, oltre ai libri di viaggio, si segnalano i sette volumi di Indotibetica (Accademia d’Italia, 1932-1942), i due di Tibetan Painted Scrolls (Libreria dello Stato,1949), la Storia della filosofia indiana (1957) e Le religioni del Tibet (Edizioni Mediterranee, 1976). Neri Pozza ha pubblicato due suoi libri di viaggio: Il paese delle donne dai molti mariti (2005) e Dei, demoni e oracoli (2006).