James Gordon Farrell

L'assedio di Krishnapur

ContenutoNel 1857 a Krishnapur, uno dei centri più importanti dell’Amministrazione civile dell’Impero britannico in India, la vita, a parte qualche eccezione (qualche ufficiale che ambisce a essere un principe indigeno e mantiene...

Dove acquistare Dove acquistare Dove acquistare
Informazioni
Vincenzo Mingiardi
2021, pp. 448, € 14,00
ISBN: 9788865598559
Collana: Beat Bestseller
Generi: Narrativa straniera, Romanzo storico
SINOSSI

ContenutoNel 1857 a Krishnapur, uno dei centri più importanti dell’Amministrazione civile dell’Impero britannico in India, la vita, a parte qualche eccezione (qualche ufficiale che ambisce a essere un principe indigeno e mantiene tigri, amanti e chissà che altro), scorre serena e secondo il più rigoroso decoro e stile europei: balli, feste, ricevimenti, serate di poesia tra teche contenenti uccelli impagliati e altre meraviglie, divani ricoperti di cretonne color prugna, cobra fluttuanti dentro bottiglie azzurrine, tavolini drappeggiati da splendide tovaglie. La quiete di questa esistenza svanisce, però, di colpo il giorno in cui nella borsa dei dispacci, anzichè i documenti attesi, vengono trovate quattro chapati, quattro piccole focacce di pasta non lievitata… Basato su un episodio storico reale, la celebre e sanguinosa rivolta dei sepoy (i soldati nativi dell’esercito imperiale), L’assedio di Krishnapur narra dell’incombere cupo di un nemico impalpabile e inaspettato. Sorpresa e confuse dagli eventi, la comunità britannica si ritira, infatti, nella Residency, dove viene sottoposta a un lungo e snervante assedio.

Autore

James Gordon Farrell nacque a Liverpool nel 1935. Nel 1965, a New York, decise di scrivere un romanzo sull’Irlanda. L’opera, Tumulti, vinse nel 1970 il Faber Memorial Prize. Nel 1974, L’assedio di Krishnapur (Neri Pozza, 2001), il suo secondo romanzo, vinse il Booker Prize. Nel 1978 pubblicò The Singapore Grip, il terzo volume della trilogia dell’Impero. Nell’aprile del 1979, si trasferì a County Cork, in Irlanda, dove, dopo il successo economico del suo secondo romanzo, aveva comprato una casa. Quattro mesi più tardi, travolto da un’onda mentre pescava su una scogliera, Farrell morì.