Max Hastings

Vietnam

Una tragedia epica 1945-1975

La guerra del Vietnam è senza dubbio il conflitto che, dopo il 1945, ha esercitato la maggiore influenza sulla cultura del proprio tempo e su quella degli anni successivi. A quasi mezzo secolo di distanza, sono ancora vive nella memoria collettiva...

Dove acquistare Dove acquistare Dove acquistare
Informazioni
Traduzione di Filippo Verzotto
2022, pp. 944, € 22,00
ISBN: 9788865599815
Collana: Beat Bestseller
SINOSSI

La guerra del Vietnam è senza dubbio il conflitto che, dopo il 1945, ha esercitato la maggiore influenza sulla cultura del proprio tempo e su quella degli anni successivi. A quasi mezzo secolo di distanza, sono ancora vive nella memoria collettiva le immagini che ne fanno una guerra-simbolo del secondo Novecento: la foto, per esempio, del capo della polizia di Saigon che spara a un prigioniero vietcong durante l’offensiva del Tet nel 1968; quella della bambina che corre nuda urlando dopo essere rimasta vittima di un attacco con il napalm nel 1972; o la foto della scala su cui, la sera del 29 aprile 1975, vigilia della caduta di Saigon, i fuggiaschi salgono verso un elicottero come se stessero ascendendo al Calvario. Attraverso tali immagini si è radicata, in Occidente, la percezione dell’umiliazione subita in quel conflitto dagli Stati Uniti, la nazione più potente del pianeta, e del contrasto fra l’arte bellica di una superpotenza, con i suoi B-52, e quella di contadini che indossavano il cappello a cono di paglia o il casco coloniale e che per spostarsi si affidavano a sandali e biciclette. La guerra è costata più di due milioni di vite e, negli Stati Uniti, ha determinato la rovina di un presidente e la caduta di un altro. Ha prodotto, inoltre, una sterminata letteratura, e tuttavia mai è stata indagata come in questo monumentale libro. Max Hastings ricostruisce la sua vicenda politica e strategica in rigoroso ordine cronologico, mostrando come l’imperizia dell’amministrazione americana nella conduzione del conflitto – dapprima con mille esitazioni, nel timore di una reazione degli alleati russi e cinesi del Vietnam del Nord, poi con risolutezza spropositata durante l’Operazione Rolling Thunder, il bombardamento prolungato – ebbe il solo effetto di rafforzare il supporto popolare al regime vietcong «generando un entusiasmo patriottico e nazionalista». Come in tutti i libri del giornalista inglese, il volume mostra anche come «si viveva la guerra», come la vivevano «i contadini del delta del Mekong, i piloti degli Huey venuti da Peoria, i grunts di Sioux Falls, i consulenti della difesa aerea di Leningrado, i ferrovieri cinesi» e, persino, «le entraîneuse di Saigon».

Autore

Max Hastings scrive per il Daily Mail e il Financial Times. Ha ricevuto numerosi premi per i suoi libri e le sue inchieste: Reporter of the Year nel 1982 e Editor of the Year nel 1988. Nel 2008 ha ottenuto la Medaglia Westminster per il suo contributo alla letteratura militare, e nel 2009 l'Edgar Wallace Trophy del Press Club di Londra. Tra le sue opere figurano Inferno. Il mondo in guerra 1939-1945 (Neri Pozza, 2012), Catastrofe 1914. L'Europa in guerra (Neri Pozza, 2014), Armageddon. La battaglia per la Germania 1944-1945 (BEAT, 2016) e La guerra segreta. Spie, codici e guerriglieri 1939-1945 (Neri Pozza, 2016).