Sequoia Nagamatsu

In alto nel buio

Un romanzo d’esordio che unisce preistoria e viaggi interstellari, distopia e visionarietà. Una storia capace di trovare la bellezza nell’orrore, l’umanità nel bel mezzo del disastro.

Dove acquistare Dove acquistare Dove acquistare
Informazioni
Traduzione di Giovanni Zucca
2023, pp. 336, € 19,00
ISBN: 9791255020899
Collana: Neri Pozza Beat
Generi: Narrativa straniera, Letteratura contemporanea
SINOSSI

Anno 2030. Il suolo della Siberia, in fase di disgelo, è un soffitto sul punto di crollare. La grande ferita del cratere di Batagaika si è allargata come se un dio avesse aperto uno squarcio nella crosta ghiacciata, e sta rilasciando miasmi intrappolati dall’alba del tempo. Dal permafrost emergono anche i resti mummificati di «Annie», una bambina di trentamila anni, forse uccisa da un virus che ora, sciaguratamente, si è liberato del suo sarcofago di ghiaccio. Qui, alla fine del mondo, giunge l’eminente scienziato Cliff Miyashiro, per terminare il lavoro della figlia Clara, morta in un incidente poco prima della sensazionale scoperta della bambina paleolitica. Il dottor Miyashiro si trova cosí, insieme all’umanità intera, di fronte a una minaccia antica e nuovissima, risalita dal sottosuolo come dall’inferno: la peste artica, morbo che riscriverà i destini di molti. Un comico fallito viene assunto in un sinistro parco a tema per accompagnare i piccoli ospiti in un ultimo viaggio. Uno scienziato vive una seconda possibilità di essere padre dopo che il suo animale cavia sviluppa la capacità di parlare. Un factotum di uno dei nuovi hotel del commiato, indurito dall’esistenza, si innamora inaspettatamente. Un’antropologa forense decide di accettare un paziente vivo che dona il proprio corpo alla scienza. Una pittrice affresca la navicella spaziale su cui viaggia in cerca di un pianeta da chiamare casa. Un passato ancestrale raggiunge un probabile futuro in queste storie struggenti che parlano di noi, creature effimere, delle nostre paure eterne, del comune sentire che è forse l’unica via di salvezza in un avvenire denso di interrogativi che viene da lontano, e non solo nel tempo. Ma da qualche parte lassú, in alto nel buio, una luce brilla ancora. In questo esordio pieno di grazia e di potenza, Sequoia Nagamatsu trascende ogni genere letterario tessendo solide trame che, nell’indagare i corpi e le loro fragilità, celebrano le infinite e meravigliose possibilità della vita.

«Perturbante e luminoso, In alto nel buio è una perfetta sinfonia di voci memorabili, un romanzo fantascientifico eccezionale, un esordio che vi lascerà a bocca aperta».
Alan Moore, autore di Watchmen e V per vendetta

«Una splendida meditazione su come tutto in questo mondo – anzi, in questo universo – sia profondamente interconnesso. Una lettura ipnotica».
Roxane Gay

«Come una Polaroid, In alto nel buio non mostra subito i suoi colori che, quando appaiono, sono abbacinanti».
The Guardian

«Nagamatsu colpisce doppiamente nel segno con un romanzo di fantascienza che è vera letteratura».
The New York Times

Autore

Sequoia Nagamatsu è uno scrittore americano, già autore della raccolta Where We Go When All We Were is Gone. I suoi racconti sono apparsi su riviste come Conjunctions, The Southern Review, ZYZZYVA, Tin House, Iowa Review, Lightspeed Magazine. Insegna al Saint Olaf College e vive a Minneapolis con la moglie, la scrittrice Cole Nagamatsu. In alto nel buio è stato selezionato come New York Times Editors’ Choice, per lo Ursula K. Le Guin Prize, l’Andrew Carnegie Medal for Excellence in Fiction e il PEN/Hemingway Award.